Dobbiamo sapere quante commozioni cerebrali stanno accadendo ..

Dobbiamo sapere quante commozioni cerebrali stanno accadendo ..

Hanno citato un caso di PML che si è verificato in un maschio di 69 anni che assumeva DMF per la psoriasi (Fumaderm) che aveva solo linfocitopenia moderata (grado 2).

Una ricerca degli abstract di PubMed ha identificato un totale di 10 casi di PML segnalati con varie formulazioni di dimetilfumarato negli ultimi dieci anni, principalmente nei pazienti con psoriasi.

Nieuwkamp e colleghi hanno affermato che il monitoraggio della sicurezza dei pazienti in DMF lo è "cruciale" e che ulteriori studi su come identificare i pazienti a rischio lo sono "urgentemente necessario."

Uno studio pubblicato sul Journal of Psychopharmacology conclude che l’uso di LSD e "funghi" non danneggia la salute mentale e può migliorarla.

La prima terapia mirata per il neuroblastoma ad alto rischio nei bambini ha ottenuto l’approvazione della FDA – dinutuximab (Unituxin), che si lega selettivamente alle cellule tumorali del neuroblastoma.

Cosa trasforma i bambini in narcisisti? La loro educazione, ha suggerito uno studio olandese.

A due scienziati dell’Università della Pennsylvania, tra cui il noto ricercatore sulla demenza John Trojanowski, è stata vietata la pubblicazione sul Journal of Neuroscience per 2 anni a seguito di una ritrattazione.

Ecco il caso di un uomo che necessita di farmaci per far fronte a un effetto collaterale del trattamento per il Parkinson di sua moglie, un effetto collaterale che molti mariti di mezza età potrebbero voler affrontare.

Affina le tue capacità nel trattamento dei pazienti con SM con questo simulatore.

Lo studio A4 ha raccolto altri 8 milioni di dollari per approfondire la sua indagine sul solanezumab in pazienti sani a rischio di Alzheimer.

Livelli più elevati di VEGF nel liquido cerebrospinale sono stati associati a migliori biomarcatori dell’invecchiamento cerebrale come il volume dell’ippocampo e la cognizione, secondo uno studio di JAMA Neurology.

L’autore John Geiger esplora la scienza di "presenze sentite" nel suo nuovo libro The Third Man Factor, recensito da The Guardian.

I chirurghi della città di Chaoyang, in Cina, hanno rimosso un pezzo di bacchette da 2,4 pollici dal cervello di un bambino di un anno. Fortunatamente, era alloggiato in quello che i medici del ragazzo chiamavano a "area non funzionale del cervello."

La FDA ha accelerato l’analgesico non oppioide AXS-02 di Axsome Therapeutics per il trattamento della sindrome dolorosa regionale complessa. Ha inoltre accelerato l’amifampridina fosfato (Firdapse) di Catalyst Pharmaceuticals per le sindromi miasteniche congenite, una rara malattia neuromuscolare.

L’agenzia ha anche avvertito di un potenziale rischio di convulsioni con il farmaco per smettere di fumare Chantix mentre rifiuta di rimuovere l’avvertimento della scatola nera sui rischi neuropsichiatrici.

La ricerca sulla malattia della mucca pazza e sulle proteine ​​mal ripiegate può offrire un meccanismo alla base di malattie come il morbo di Alzheimer, il Parkinson e la SLA.

La gotta è stata associata a un rischio ridotto di malattia di Alzheimer in uno studio negli Annals of Rheumatic Diseases.

Uno studio su 10 coppie di gemelli identici finlandesi che suggeriscono che l’esercizio fisico può costruire sia il cervello che i muscoli.

Il senatore Rand Paul (R-Ky.) Vuole che il governo federale interrompa i processi che coinvolgono la marijuana medica negli stati in cui è legale.

A proposito, The Atlantic chiede se una bambina di 3 anni ha bisogno di marijuana per i suoi attacchi epilettici paralizzanti causati dalla sindrome di Dravet.

AcelRx ha detto che la FDA le ha detto di condurre una nuova sperimentazione clinica del suo sistema di analgesia sublinguale controllato dal paziente prima che potesse essere approvato.

Rapporti scientifici)" target ="_blank" titolo ="Condividi questo articolo su Facebook"> Rapporti scientifici)&source = MedPage% 20Today" target ="_blank" titolo ="condivisione linkedin">

Secondo un nuovo studio sui topi, l’alcol potrebbe effettivamente essere legato al miglioramento della salute del cervello.

Pubblicato in Scientific Reports, lo studio ha rilevato che una piccola quantità di alcol (0,5 g / kg) era collegata a una minore infiammazione e successivamente a livelli più bassi di tossine nel cervello, contrassegnati da un miglioramento della funzione glicinfatica. Questi effetti sono stati osservati immediatamente dopo l’esposizione, nonché dopo un mese di esposizione ripetuta. D’altro canto, elevate quantità di esposizione all’alcol (1,5 g / kg) erano legate a una cattiva salute del cervello.

"Gli studi hanno dimostrato che l’assunzione di alcol da bassa a moderata è associata a un minor rischio di demenza, mentre il consumo eccessivo di alcol per molti anni conferisce un aumento del rischio di declino cognitivo. Questo studio può aiutare a spiegare perché ciò si verifica," ha detto l’autore senior Maiken Nedergaard, MD, in una dichiarazione.

Rapporti scientifici)" target ="_blank" titolo ="Condividi questo articolo su Facebook"> Rapporti scientifici)&source = MedPage% 20Today" target ="_blank" titolo ="condivisione linkedin">

I ricercatori di Dallas hanno in programma di lanciare il più grande – e potenzialmente il primo progetto obbligatorio – di sorveglianza della commozione cerebrale in tutto lo stato quest’inverno, sperando di acquisire dati completi sulle sospette commozioni cerebrali subite da giovani atleti, per guidare le decisioni politiche e l’assistenza medica in uno dei più popolosi e stati impazziti per lo sport negli Stati Uniti

"Non sappiamo davvero quante commozioni cerebrali note o sospette siano state subite là fuori," ha detto il capo del progetto Munro Cullum, PhD, del Peter O’Donnell Jr. Brain Institute dell’Università del Texas Southwestern Medical Center. "Non sapremo mai se le politiche cambieranno, i programmi avranno un impatto finché non sapremo quante commozioni cerebrali si stanno verificando."

Il team di Cullum ha in programma di raccogliere e analizzare dati tra cui età, sport, sesso e altre variabili relative a ciascuna commozione cerebrale riportata subita dagli atleti nei gradi 7-12 che partecipano a sport organizzati nelle scuole pubbliche. Lavorando con la University Interscholastic League, che governa gli sport scolastici in Texas, sperano di iniziare a raccogliere dati durante il prossimo "primavera" stagione sportiva (che inizia con basket, wrestling, calcio e nuoto / immersioni).

Preparatori atletici, infermieri scolastici o altro personale assegnato dalle singole scuole raccoglieranno i dati, utilizzando un’app o un sito online progettato da Medical Innovation Labs di Austin, secondo un portavoce del Southwestern Medical Center dell’UT. La raccolta dei dati è stata progettata per essere "molto semplice," ha detto Jamey Harrison, vicedirettore esecutivo della UIL, e ai raccoglitori di dati verrà chiesto di sottoporsi a una formazione sulla commozione cerebrale e sull’immissione dei dati. Tuttavia: "Sarà variabile in base alle impostazioni," Cullum ha detto. "Ecco perché lo stiamo pubblicizzando come un database che includerà commozioni cerebrali note e sospette."

I ricercatori e la UIL chiedono ai funzionari scolastici di raccogliere i dati volontariamente quest’anno scolastico, ma sperano di rendere obbligatoria la rendicontazione a partire dal 2017-2018. "Tutto questo per guidare le decisioni politiche future in un modo che mantenga i nostri studenti il ​​più al sicuro possibile," Ha detto Harrison.

I ricercatori intendono iniziare ad analizzare i dati mensilmente quest’anno scolastico, quindi analizzare tutti i dati raccolti per il 2016-2017 durante l’estate. La loro analisi informerà eventuali modifiche alle procedure di raccolta dei dati per il 2017-2018 e la ricerca futura, come l’esame del motivo per cui le ragazze sembrano avere maggiori probabilità di subire lesioni alla testa, ha detto Cullum.

"Lo vediamo come il primo passo in una serie di progetti che vogliamo realizzare," ha detto Cullum, che sta anche lavorando ad erogan altri due progetti di commozione cerebrale sportiva (incluso CON-TEX, il modello per il registro statale) ed è il neuropsicologo della squadra per le NHL Stars e gli NFL Cowboys dell’area di Dallas. "Questo deve essere fatto. Dobbiamo sapere quante commozioni stanno accadendo … Non sappiamo davvero quanto sia un grosso problema."

Più di 800.000 bambini partecipano all’atletica nelle scuole pubbliche del Texas, secondo UIL, facendo impallidire iniziative simili tentate da pochi altri stati. Si sono iscritte anche due scuole gesuite. Mentre altre scuole private non l’hanno fatto, Harrison stima prudentemente che 10 bambini giocano nelle squadre della scuola pubblica per ogni atleta della scuola privata, consentendo ai ricercatori di applicare la loro analisi in tutto lo stato con la certezza che rappresentano equamente gli atleti delle scuole medie e superiori del Texas.

Si ritiene che Hawaii, Arizona e Maine siano gli unici altri stati a lanciare iniziative simili, secondo il portavoce dell’UT Southwestern. Il CDC ha chiesto al Congresso degli Stati Uniti di finanziare un progetto di sorveglianza nazionale, ma il Congresso ha negato la richiesta di 5 milioni di dollari per l’ultimo anno fiscale e sembra improbabile che possa onorare la stessa richiesta quest’anno. "Lo stesso aumento proposto è stato incluso nella richiesta di bilancio del Presidente per l’anno fiscale 2017," una portavoce del CDC ha scritto in una e-mail, ma "né il Marchio della Camera né quello del Senato hanno incluso un aumento di 5 milioni di dollari."

Il progetto del Texas potrebbe servire da modello nazionale, hanno detto i sostenitori. "Penso che saranno dati di notevole valore," Ha detto Harrison. "Ottenere questi dati, proteggerli tutto in modo legale, date le varie leggi sulla privacy ad essi correlate, è molto difficile e abbiamo trovato un modo unico per risolvere queste sfide."

Il registro è finanziato dal Texas Institute for Brain Injury and Repair dell’UT Southwestern, che il portavoce ha affermato è stato istituito con $ 7,5 milioni di finanziamenti annuali dalla legislatura del Texas per studiare le lesioni cerebrali "da ictus a lesioni del midollo spinale." L’Istituto ha altri potenti partner, tra cui la NFL e il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti.

Secondo il CDC, circa il 15% della popolazione delle scuole superiori degli Stati Uniti – 2,5 milioni di studenti – ha dichiarato di aver avuto almeno una commozione cerebrale correlata a sport o attività fisica per un periodo di 1 anno.

Questa prevalenza è superiore alle stime del pronto soccorso (622,5 visite per 100.000 abitanti di età compresa tra 10 e 14 anni) e ai rapporti dei preparatori atletici (1,8 per 100 atleti delle scuole superiori e dei college per una stagione media), secondo Lara DePadilla del CDC, PhD e co- autori.

"I dati del dipartimento di emergenza perdono le commozioni cerebrali trattate altrove e il preparatore atletico riporta la perdita di commozioni cerebrali subite al di fuori degli sport scolastici; entrambe le fonti mancano di commozioni cerebrali non trattate dal punto di vista medico," i ricercatori hanno scritto in Morbidity and Mortality Weekly Report.

Complessivamente, il 9,1% degli studenti delle scuole superiori ha riferito di aver avuto una commozione cerebrale e il 6,0% ha riferito di aver avuto due o più commozioni cerebrali nel periodo di 12 mesi.

La prevalenza di commozione cerebrale era significativamente più alta tra i maschi e tra tutti gli studenti che praticavano sport di squadra. Anche le probabilità di commozione cerebrale sono aumentate con il numero di sport di squadra praticati.

I risultati fanno parte del Youth Risk Behaviour Survey (YRBS), uno studio trasversale su 14.765 studenti di scuole pubbliche e private di grado da 9 a 12.